comunicazione digitale partito politico

Web marketing e comunicazione digitale di un partito politico

Si riporta di seguito in estrema sintesi quanto detto durante una simpatica chiacchierata con i responsabili nazionali di un noto partito politico.

La comunicazione digitale

Per la costruzione di un partito moderno, non possono essere trascurate le forme della comunicazione digitale attraverso la quale verranno divulgate le idee e i programmi politici.

In tal contesto sarebbe opportuno introdurre il concetto di “efficienza comunicativa” che può essere misurata semplicemente rapportando il numero di persone con cui riusciamo ad entrare in contatto col numero di persone con le quali vorremmo e potremmo comunicare sia a livello nazionale che territoriale.

Per aumentare tale efficienza il Partito dovrebbe sfruttare tutte le forme di comunicazione possibili, tra cui quelle presenti e disponibili su internet.

Internet in Italia

Nel 2016 in Italia il 77% della popolazione è connessa ad internet ed il 66% dichiara di essere collegato quotidianamente ad internet. Il 70% della popolazione digitale è collegato via smartphone mentre il 63% usa anche un computer pc.

Infine ogni persona ha più di due dispositivi che gli permettono di connettersi ad internet 1)dati ufficiali Consumer Barometer – Google Trends.

Non si può, dunque, prescindere dal comunicare via internet e la comunicazione deve essere organizzata scientificamente.

L’azione politica digitale e fisica

Da diversi anni l’azione politica inonda i canali digitali dove sempre più frequentemente l’opinione pubblica attinge per maturare le proprie convinzioni politiche e le proprie scelte elettorali.

La comunicazione deve essere semplice, in modo tale da poter essere facilmente compresa dai ragazzi di 18 anni come dai pensionati. Anche questi ultimi usano sempre in maggior misura i social network e internet.

Spesso l’azione politica vede nella rete il proprio rapporto diretto con l’elettorato e si aggiorna costantemente così come si aggiorna la stessa rete.

La nostalgia della comunicazione stile anni 50-90 va assolutamente superata.

Gli strumenti digitali permettono di far comprendere al proprio bacino elettorale potenziale che il partito è attivo. Tale comprensione può essere coltivata in tempo reale.

I post sui social devono essere brevi e d’effetto (altrimenti niente like e niente condivisioni) in sintesi ed in onesta freschezza.

E’ necessario comunicare attraverso tutti i canali possibili considerando che non tutta la cittadinanza usa nello stesso modo gli stessi canali di informazione o gli stessi social. Ecco perché i canali devono essere tutti coperti con una azione di aggiornamento costante e facilmente comprensibile.

La centralizzazione della comunicazione

Un partito giovane e dinamico non può permettersi errori di comunicazione soprattutto in vista di sicure controffensive mediatiche da parte degli altri partiti reazionari e di giornalisti competitors-oriented.

E’ necessario che l’azione di comunicazione sia centralizzata e coordinata in modo da sfruttare i moderni strumenti di analisi per misurare correttamente il grado di partecipazione degli iscritti e di chi non è ancora iscritto al partito.

E’ importante comprendere che gli strumenti internet sono “strumenti” e come tali vanno inseriti in una orchestra che suoni in armonia una partitura con tutte le sue sfumature agogiche.  

E’ necessario che la comunicazione, e delle sezioni territoriali sia coerente con la voce del nazionale e che i dirigenti abbiano ben chiaro che quando inseriscono un comunicato o un articolo, essi sono la voce del partito e pertanto ne devono tutelare la dignità.

Pulizia nelle impaginazioni, pulizia nella grammatica, pulizia nelle risposte e mai  rispondere a provocazioni.

I musicisti sono sparsi per il territorio ma il brano che suonano deve essere uno solo, mai dissonante.

E’ necessario che la strategia di comunicazione, guidata dai responsabili nazionali, preveda un’azione coordinata e continuativa.

Il potenziale elettore che si trova sui canali digitali deve avere la certezza di trovarsi nella casa del partito, deve avere subito la sensazione di una buona accoglienza, per ricevere la necessaria attenzione.

Pertanto in un progetto si devono soddisfare le seguenti esigenze:

  • Tutti i canali disponibili (sito web e social) devono essere implementati;
  • Tutti i canali devono essere costantemente presidiati e supervisionati. Nessun canale (neanche quello della singola sezione se dichiarato ufficiale) deve dare modo a provocatori di postare alcunché in modo da turbare la bontà della comunicazione di partito.
  • Si decideranno appositi canali per le comunicazioni private
  • Tutti i responsabili dei vari canali anche a livello di sezioni si dovranno attenere  alle linee guida di comunicazione varate a livello nazionale.

I canali comunicativi da attivare sono il sito web, apps, social media (Facebook, Twitter, G+, Youtube ed altri), directory, forum, email mkt, ads. Questi strumenti solitamente vengono oggi coordinati in tutte le azioni politiche sia a livello nazionale che a livello decentrato.

Il sito internet

E’ la vetrina principale del partito a livello nazionale o territoriale.

Oggi il cartaceo è sostituito dal sito web ufficiale che nei suoi livelli presenta determinate caratteristiche:

  • A livello nazionale presenta i comunicati ufficiali, i link ai social nazionali, gli organi, gli eventi e le notizie dei territori. Ha il compito di informare in modo uniforme e coordinato l’intera popolazione degli iscritti. Presenta anche sezioni di “spirito” come per es. “Spirito del partito” dove esponenti intervengono (sempre per es.) su fatti di politica ed economia alla luce della nostra ideologia.
  • Sempre a livello nazionale si pubblicano le rassegne stampa, i video comunicati o i video degli eventi, le documentazioni da far scaricare alle singole divisioni territoriali, momenti partecipativi con fotoalbum e video album che provengono dai territori ecc, questionari, form di registrazione ecc. i canali nazionali social con richiami diretti.
  • A livello provinciale si presentano i comunicati, le iniziative, gli organi e le loro dichiarazioni, foto e video, i collegamenti ai social territoriali, gli interventi di “spirito”, gli eventi.
    • Prevedere momenti di partecipazione della base con questionari, form di registrazione, interventi e commenti (ovviamente evitare di pubblicare banalità).
  • A livello di sezione territoriale le pagine presentano i comunicati, le iniziative cittadine, gli organi, i documenti e le loro dichiarazioni, foto e video, i collegamenti ai social cittadini, gli interventi di “spirito”, gli eventi.
    • Possono esserci anche momenti di partecipazione della base con questionari, form di registrazione, interventi e comment .

 

Tecnicamente i siti devono rispettare tutti gli standard web definiti dalla w3c (World Wide Web Consortium), Google webmaster/search console (norme di qualità tecnica di Google), nonché le norme tecniche di fruizione responsiva (fruizione da diversi dispositivi) nonché le normative italiane ed europee su privacy (politica sulla protezione dei dati personali) e cookies (files testuali che consentono di memorizzare informazioni da riutilizzare durante la visita del sito internet anche a distanza di giorni.

Sito o blog? Newszine

Alcuni movimenti politici hanno scelto la via del blog. Una strada che ultimamente inizia a stancare visto che la voce è sempre a senso unico (tipico del blog).

Democrazia è partecipazione e informazione. La nostra preferenza è per un sito ricco come fosse un giornale che presenti dunque notizie o eventi nazionali, ma anche le pagine dedicate alle sezioni territoriali, agli eventi dei territori, questionari, newsletter, rassegne stampa ecc.

Pensiamo ad un sito nazionale che offra spazi anche alle sezioni territoriali (e perché no anche alle sezioni)

Per tutti i livelli, nazionale e territoriale, possono essere previste aree riservate (per es. documenti) a cui potranno attingere solo gli iscritti con apposita login e password.

Gli aggiornamenti

Sito nazionale, siti provinciali e siti web di sezione vanno aggiornati costantemente e poiché “parla la voce del partito” gli aggiornamenti non possono essere lasciati alla soggettività dei singoli.

I canali devono apparire sempre confezionati in modo assolutamente impeccabile e professionale senza derive di tipo amatoriale.

Il team centrale di comunicazione preveda nel suo protocollo la possibilità di aggiornare anche le notizie e le informazioni locali sui relativi spazi garantendo qualità sia grafica che funzionale.

La sicurezza

Man mano che il partito cresce potrebbe essere sempre più soggetto ad attacchi di hacking. Per questo servono protocolli severi di sicurezza che nel caso peggiore possano ristabilire le funzionalità del sito in pochissime ore se non minuti.

La partecipazione

Altra questione fondamentale è la problematica relativa alla partecipazione dei  alle assemblee di partito in un territorio abbastanza esteso.

A questo si aggiunge la presenza di iscritti che per lavoro sono costretti, loro malgrado, a viaggiare e quindi ad essere per lunghi periodi lontani dal luogo di residenza. Quest’ultima problematica non va sottovalutata poiché le trasformazioni dei tradizionali impieghi statici sono in continuo divenire.

Fortunatamente, la riduzione dei costi dell’utilizzo delle comunicazioni mobili e l’accesso alla rete da parte di dispositivi il cui costo risulta essere in diminuzione progressiva, nonostante le potenzialità crescenti, ci fornisce diverse soluzioni.

La più semplice ed efficiente risulta l’adozione su dispositivi “smartphone” dell’applicativo “skype” o “Hangout” che sono gratuiti.

Altra soluzione più utilizzata è la diretta riservata a determinati iscritti dell’evento via YouTube con la possibilità per i partecipanti invitati di poter interagire via chat e postare domande o richieste.

Con tali applicativi possono essere realizzate con semplicità videoconferenze, dando la possibilità di convocare riunioni di partito, con una netta diminuzione dei costi da sostenere da parte di quegli attivisti che vivono lontano nella provincia, oltre che a dare la possibilità a chi è fuori per lavoro di non far mancare il suo contributo.

Inoltre, in assenza di risorse per costituire le sedi delle sezioni, tale strumento potrebbe ovviare, in via temporanea, al problema di dove incontrarsi e comunque nel seguito per dare la possibilità a chi non riesce a raggiungere il luogo della riunione di essere comunque presente.

L’impossibilità di qualche attivista di utilizzare tale strumento, potrebbe essere agevolmente superata dalla presenza di altri iscritti che in sua presenta utilizzano l’applicazione skype o google hangouts.

A tal fine le segreterie territoriali (regionale, provinciale, sezione) potranno creare gli account degli iscritti e fornire assistenza sull’installazione dell’applicativo in modo da rendere immediatamente operativa la piattaforma di comunicazione da considerarsi ad uso esclusivamente interno.

Molto utile è la creazione di una newsletter per tenere tutti informati sulla propria mail senza alcuna problematica in termini di privacy.

I documenti

Importante è la costruzione dell’archivio documentale digitale, uno spazio virtuale all’interno del sito in cui raccogliere e rendere disponibili documenti. In tal modo tutti avranno accesso ai documenti ritenuti politicamente rilevanti, in qualunque parte del mondo si trovino. E’ possibile riservare i documenti ai soli iscritti permettendone l’accesso con login e password personalizzate.

I social network

E’ importante che il partito nazionale e le diramazioni territoriali siano presenti su tutti i social e non solo Facebook e Twitter. Non sì può pretendere che tutti gli iscritti al partito abbiano un profilo Facebook o altro è c’e da considerare che non tutti amano gli stessi social.

Non è necessario postare a mano tutte le informazioni su tutti i social. La gestione social è possibile centralizzando le informazioni sul sito e tramite apposito software diffonderla su tutti i profili del partito su tutte le piattaforme contestualmente.

Nelle linee guida nazionali si potrà prevedere un manuale riservato ed aggiornato che sarà ad uso dei singoli responsabili della comunicazione ad ogni livello orizzontale e verticale.

Dem

Tutti i partiti nazionali usano la dem (Direct email marketing) utile anche alle organizzazioni territoriali. Non tutti sono su un determinato social ma tutti hanno una mail e la leggono costantemente.

Una newsletter periodica è utile a ricordare ai membri le scadenze, far vedere video, dare consigli, insomma fare presenza. Come per i social determinati software segnalano il comportamento dei destinatari delle email. Uno o più form possono facilitare la comunicazione inversa verso gli organi di partito in modo corretto e ordinato.

ADV

Sfruttare tutti i canali di pubblicità (che il direttivo nazionale si doti di un budget annuo per questo) per pubblicizzare le attività e soprattutto gli eventi del partito nazionale, soprattutto in periodo elettorale.

Inoltre sfruttare il merchandising potrebbe essere un ottimo modo di recuperare i costi. Il sito nazionale potrebbe prevedere una area e-commerce per vendere direttamente gadget con il proprio marchio.

La misurazione

Tutti gli strumenti utilizzati, sito, social, dem, adv ecc. devono permettere una misurazione di tutte le metriche utili a comprendere come la comunicazione sta procedendo. Visite, acquisizione, flussi di comportamento, tempo sul sito, frequenza di visita e di rimbalzo, sono solo alcuni dei valori che vanno tenuti costantemente sotto osservazione.

Centralizzando tutti i canali, nazionali e territoriali, si può avere una misurazione esatta di tutte le dinamiche a livello capillare. I dati saranno preziosi al team comunicazione per migliorare le performances e le linee guida nel tempo.

References   [ + ]

1. dati ufficiali Consumer Barometer – Google Trends

About the author: Donato Paolino

Mi occupo di Web marketing, termine la cui definizione nella sua essenza fondamentale può tradursi anche in “vendere su internet”. Per questo scopo mi occupo di fornire consulenza, progettazione e supervisione della realizzazione di supporti quali, a solo titolo di esempio, siti web e apps. Fornisco consulenza e supporto fattivo per la predisposizione campagne pubblicitarie su motori di ricerca, siti web e social network. Maggiori info

Leave a Reply

Your email address will not be published.